mercoledì, maggio 02, 2007

27/04/07

Il mio corpicione è squartato in due sotto una lampada operatoria.
"Ma tu, quanto porti di piede?" - dice il chirurgo, dopo aver osservato il mio arto per alcuni secondi.

Io l'avevo già vista la mia nuova figlia. Grigia come un topolino.
Anche lei con due piedi enormi.

Allora mi sono rilassata.
I freni sono caduti.
Simpatico luogo, la sala operatoria.
Ci potrebbe essere qualsiasi volto dietro quelle mascherine.
Dotati di mani e di occhi. Solidamente attaccati al cervello, sono questi medici.
Dietro quelle mascherine potrebbero esserci svolazzanti capelli brizzolati, eleganti tratti animati dal sacro fuoco del taglia e cuci, giovani professioniste maternamente protettive con quegli ameni copricapi in foggia di bandana.

E scopro che l'anestesia mi lascia ancora la logorrea. Mi escono parole su parole. L'assemblea è basita, forse a tratti infastidita.
Di sicuro alcuni ridono di cuore.
Mi minacciano anche per non farmi rivelare sul blog di segrete abitudini bulbo-capillari.

Ma siete voi che detenete il comando!
Siete voi che avete in mano il mio corpicione e la vita ulteriore in esso contenuta!
Siete voi che mi frugate le interiora strappandomi di dentro questo nuovo esserino!
Siete voi che mi ricucite ordinando di nuovo i pezzi al giusto posto!

Il mio è un punto di vista del tutto nuovo.
Sono fuori partita.
Ma sono anche l'oggetto del contendere.
Sento tutto.
Anche se non dovrei sentire niente.
Mi proteggono la vista dietro un telo.
Buttano le mie gambe a destra e a manca, dopo averle accuratamente indormite.
E fanno polpette delle mie budella.

Come se bastassero un telo e un'anestesia per non sentire.
Ora, l'udito non me lo tappa nessuno.
Quindi non vedo, non sento, ma sento tutto.
Sento che un paio di mani si affaccendano a tagliare il mio utero.
Prima fuori e poi dentro.
Sento la mano della mitica ostetrica che carezza la mia testa e mi descrive gli accadimenti per filo e per segno.
Sento lo stock che fa mia figlia quando la estraggono da me.
Allora la mano mi alza la testa.
Mi dice "puoi guardarla".
Vedo un piede enorme.
Color grigio topo.
Cerco di capire com'è il resto.
E' tutto grigio topo. Lucido.
E vedo in primissimo piano il cordone rosa.
Sembra una roba da signore degli anelli.
Abbasso la testa.
Mi fa un po' impressione.
La mia prima figlia l'avevo vista già lavata e vestita.
Ora tocca al novello papà. Lavarla e vestirla.

Poi le si aprirà tutto un mondo nuovo.
Il mondo della tetta.

Tutta tetta a te, allora, piccola mia!

23 commenti:

egg ha detto...

Insomma, tutto per il meglio, no?
Potresti darci un idea in cm e kg, come si usa fare?
Per il grigio, in fondo non sarebbe male, in una prospettiva sempre più multietnica.

Auguro alla piedona una vita lunga e felice quanto i suoi piedi

pOpale ha detto...

Grigio fa molto chic e piedi grandi vuole dire che sarà molto alta e farà molta strada ;)

Sono davvero felice per voi!!!
Un bacio grande
Ale

Panzallaria ha detto...

finalmente!!!!

a non aver notizie un po' ci pensavo a questa tua operazione di estrazione...

un abbraccio enorme a voi tutti, a te e alla creaturina grigia...

Panz!

LA CONIGLIA ha detto...

ben arrivata meringhina grigia, benvenuta al mondo!!!!

copyman ha detto...

E alfine è nata una nuova stella! Chissà come la racconterebbe lei la sua nascita, se potesse.
"Non hanno neanche bussato prima di strapparmi alla sicurezza, alla penombra e al calduccio del mio posticino, del mio piccolo mondo in cui sguazzavo felice come un pesciolino (anche se non so cosa sia esattamente un pesciolino...ma indagherò)".
"Mi hanno presa all'improvviso, così com'ero, mi hanno tirata, manipolata con quelle mani enormi e infine depositata in un universo alieno, dove tutto è smisurato a cominciare da quelle luci accecanti."
"Ecco, io vorrei tanto rientrare dov'ero, voglio la mia mamma, voglio....mmmmh...che buona questa tetta, però!"
.
:D

Divagazioni a parte, auguri di cuore.

Labelladdormentata ha detto...

Bene, il grigio si intona perfettamente al rosa dei vestitini e dei nastrini che da brava bambina indosserà! Per fortuna che adesso fanno anche scarpe da donna del 42! E a sciare vanno gli sci corti...a lei basteranno normali scarponcini! Per non parlare di quando imparerà a nuotare!
A parte gli scherzi, ben arrivata, piccola meringhina, e una montagna di baci a mamma, papà e sorella!

Simo ha detto...

Splendido, tanti auguri alla piccola meringa, baci a mamma e papà!

ABS ha detto...

Fo-to! Fo-to!
Ebbrava Meringona! Benvenuta Meringhina! Felicitazioni anche al Meringo (e a tutto il meringato)!

Maurice ha detto...

Auguri auguri auguri.

slim ha detto...

Auguri Meringa, un abbraccio alla tua nuova splendida famiglia!!

andrea palermo ha detto...

voglio anche io un sacchetto grigio topo :)

buona nascita

ruben ha detto...

Che bene, che bello, che invidia. Senza più quei dieci chili di zavorra, anzi, con quei chili di zavorra che dormono in culla, meglio. Nel caso dovessi avere una crisi post partum, pensa a chi questa zavorra se la deve portare avanti ancora tre mesi...
Congratulescions!

Chiara ha detto...

Complimenti e ben arrivata alla nuova Meringhina!
Un bacione
Chiara

giuliana ha detto...

finalmente! benvenuta minimeringa, congratulazioni a mamma e papà!
e poi hai una bella fortuna, il grigio va su tutto :)
un abbraccio fortissimo a tutti e quattro

spiderfedix ha detto...

beh, benissimo! mille congratulazioni!!! a te e alla topina!

coneja ha detto...

Evviva!
Complimentoni a tutta la famiglia per la pargola piedona! :D

livia ha detto...

Adesso non vorrei uscire dal coro e quindi stonare ma dalla descrizione che fornisci nel tuo blog beh...devi aver rotto non poco i cocotes ai medici durante il parto cesareo!! Ma io dico quelli già so stressati di loro, ti ci metti pure te con domande del caiser (come il tuo solito!), dichiarazioni minacciose di piazzarli tutti in bella vista sul tuo blog (di cui forse a loro frega un cacchio!). Ma un poco di rispetto anche per la nuova vita che nasce cavolo...Una madre logorroica è il massimo della sfiga! Comunque auguri anche da parte della zia
P.s. però la meringhina dato il color grigio topo che tiene potrebbe essere una personcina molto equilibrata nella vita. Il grigio è una bella sintesi tra bianco e nero. Quindi non escludo una sua predilezione per i colori sociali della zia cioè "bianconera"!! Iuppiiu

gigio ha detto...

Allora la piccola Sofia la possiamo definire "L'Eminenza grigia"...

ape ha detto...

quindi hai sfornata la meringhetta!??

sono felice per te: congratulazioni.

slim ha detto...

Ma perche' sei piedona pure tu?
Io 41..quando ero incinta anche 42 ..
piacere!

Annachiara ha detto...

Carissimi tutti, grazie per le vostre gratulazioni. Fa piacere che un sacco di gente apprezzi il grigio come colore primitivo e fondamentale!
Tanto per la cronaca:
io porto il 43 di piedi;
mia figlia non sarà mai juventina;
vi deluderò non pubblicando nessuna foto perché il mondo dei bimbi deve restare un mondo puro e il nostro compito come genitori è di preservarlo. Immaginate la cosa più bella che abbiate mai visto. Ella la supera di gran lunga!
L'immaginazione fervida ci salverà!
Ossequi sbavicciosi di svomitazzo di bimba a tutti!

gigio ha detto...

Io non sono mai stato iuventino, e vedo la Juventus come il fumo agli occhi. Ma ciò che dici "mia figlia non sarà mai iuventina" non è per niente bella.
Così si comincia male!!!

livia ha detto...

Cara mia, ai "geni"non si comanda!! Anche io potevo nascere lupacchiotta invece sono stata preservata da ogni sofferenza futura e quindi assegnata alla juve! Mai regalo fu più grande...quindi, cara merimamma non dire "mai"!!