giovedì, settembre 06, 2007

Considerazioni sbiadite

Ognuno è chiamato in un momento della sua esistenza a fare qualcosa di grande per sé e per gli altri.
Ognuno ha la sua parte di responsabilità.

Peccato che spesso quell'attimo svanisca in uno sbiadito ricordo e con la stessa rapidità con la quale digeriamo un piatto di carboidrati.

6 commenti:

spiderfedix ha detto...

cavolo che angoscia che mi hai messo..devo tenere gli occhi aperti..

Maurice ha detto...

Mi sa che questo succede solo ai grandi: fare grandi cose con naturalezza.
Sono i pusillanimi che se ne fanno un motivo di gloria.

pOpale ha detto...

Ultimamente io digerisco i carboidrati con lentezza ;)

p.s. tu di cose grandi ne hai fatte 2 e difficilmente si sbiadiranno :)

giuliana ha detto...

brutta sensazione quella dello sbiadimento. per fortuna è così solo per chi si guarda nello specchio, il più delle volte. e non credo che abbia a che fare con le grandi cose.

LA CONIGLIA ha detto...

io appoggio l'idea di maurice :)

seamus ha detto...

Quegli attimi di grandezza vengono digeriti e quindi assimilati. Non annullati.
E poi occorre far spazio nella memoria per nuovi momenti, nuove conquiste, nuove responsabilità.