mercoledì, marzo 14, 2007

L'incredibile e triste storia della bambola nella bara

Il culto degli americani per la morte è quanto di più sorprendentemente morboso mi sia capitato di vedere nel corso dei miei studi antropologici. E' stupefacente la cura del corpo e soprattutto del viso e delle mani che mettono nell'agghindare il morto. Mia madre aveva un'amica che aveva una funeral home in ammerica e raccontava cose incredibili. Comunque per loro "guardare" in faccia il morto ripulito è un'esperienza normalissima. La morte fa tutti gli americani bellissimi.
Ora, ecco, invece, da noi le cose stanno in maniera leggermente diversa. Il morto puzza anche abbastanza da subito, è spesso deforme, gonfio e privo di colore. E si è pressati di chiuderlo nel suo sacello. Siamo ormai poco abituati a vedere umani morti e ricomposti in una abbondantemente coreografica scenografia. Forse usa ancora in qualche paese.

E allora perché, spiegatemi perché al todis sotto casa di mia madre vendono bambole nella bara?
Perché allenare le donne di domani a questa visione macabra?
Hanno il trucco, rossetto e bistro sugli occhi, ciglia lunghissime, vestiti poco mortuari, ma abbastanza brutti da giustificare immediata cremazione. E sempre l'inevitabile biberon di latte in mano o sfuso nella bara.
Essa si presenta come un sacello composto da due elementi: 1) il contenitore vero e proprio, detto anche "costrutto bara", che può essere di varie fattezze: tipo culletta, tipo cestino del supermercato, tipo cestino di vimini, nel quale è riposta la bambola distesa; 2) l'involucro plastificato, in cui è contenuto il "costrutto bara", detto anche "il costrutto simil vetro con tanto di chiusura lampo", esso sempre identico in ogni confezione, con funzione di consentire la visione della bambola nella sua intera bruttezza.

Da tener presente che la bambola, in posizione orizzontale, chiude gli occhi. Proprio come una morta. E ovviamente non respira.

Ecco, mia figlia è completamente affascinata da tal tipo di giocattolo, di cui la nonna sfodera esemplari sempre nuovi ad ogni nostra visita. La tira fuori dalla bara, la sveste e la riveste e la rimette dentro. E soprattutto non separa mai, per nessuna ragione al mondo, i due costrutti.
Io la guardo basita. In primo luogo dall'estrema bruttezza della bambola, che per decenza io stessa dovrei togliere dalla circolazione; ed in secondo luogo dalla macabra procedura che inconsapevolmente la creatura compie, ma che - sono sicura! - non le faciliterà il rapporto con l'umana condizione mortale. O forse - chissà - a pensarci bene potrebbe renderglielo semplicissimo....In bara dormo, fuori da bara son sveglio!

25 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

Qui in sardegna quelle bambole le chiamiamo 'mazzine' e sono le classiche bambole porta sfortuna...
Anche io da bambina ne ero attratta ma mia mamma non me le comprava e non me le faceva regalare, proprio perchè(da napoletana mischiata a sarda che è) le facevano senso, e pensava alla sfortuna...Dopo il tuo post capisco perchè qui dicono che portano sfortuna...Effettivamente sono morticine nella bara!!!
Brrrrr...quegli occhietti bistrati...quelle labbruzze colorate...E poi un' ultima considerazione: ma perchè hanno il biberon se sono praticamente già adulte?

Panzallaria ha detto...

non ci posso credere...pensavo che una roba così esistesse solo nei telefilm della famiglia Adams...

pOpale ha detto...

ma ha anche gli accessori ? che so la lapide personalizzata o il mazzetto di fiori ? Forse la collezione completa fra qualoche anno varrà milioni di milioni di milioni di euri......Un vero dark°Market ;)

spiderfedix ha detto...

sono senza parole...ma sono studiate da eminenti sociologi queste creature??

lafea ha detto...

eh magari non sarebbe male, la nostra civiltà ha un rapporto con la morte davvero bruttissimo.
certo però pure tua madre con quelle bambole macabre.......

giuliana ha detto...

ma io non le ho mai viste, che orrore! chi le fa? ma soprattutto perchè? c'è un fine educativo (che mi sfugge) per mettere in commercio dei bambini morti? AAAARRRRGGGHHHHH!

talkingfish ha detto...

Sarà forse perchè ho sempre voluto un'infanzia come quella dei giovani Addams, ma ad una bambola in una bara (benché, per ovvi motivi, io non abbia mai avuto molto a che fare con le bambole) non avrei davvero detto di no. Meraviglia. :D

Labelladdormentata ha detto...

E io che credevo che il kit per i riti woodoo fosse il peggio del peggio....

coneja ha detto...

Io da piccina le bambole le decapitavo...

Simo ha detto...

Mi viene in mente il cartone di Daria su MTV, lei faceva da Baby sitter e una sua amica le disse :"Se i ragazzini cominciano a farti impazzire insegna loro un bellissimo gioco chiamato "il cimitero": devono sdraiarsi a terra facendo finta di essere morti, il primo che si muove perde". Comunque questa bambola mi farebbe quasi lo stesso effetto della testa di cavallo nel letto (da "Il Padrino"). Non sanno più cosa inventarsi. Tra un pò faranno la bambola del piccolo kamikaze che esplode ... o forse già c'è.

livia ha detto...

Ma io non ho mai visto tua (nostra) madre comperare detta bambola!! Ricordati che ella (tua madre) non gode di ottima vista e quindi potrebbe aver scambiato la presunta bara per un simpaticissimo letto colorato! Eppoi, non è per dire ma anche tu non sei mica un bello spettacolo da vedere per tua figlia!!! Ahhhahhh

Annachiara ha detto...

@ la coniglia: ma che adulte! Quelle sono bambine morte E truccate!

@ panzallaria: evidentemente devi aggiornarti anche per amore della tua nuova piccina! La famiglia addams è ormai lontana anni luce! ,-)

@ popale: effettivamente sono munite solo di biberon, cucchiaio e forchetta. Un po' come i faraoni egiziani. Non lasciamole nella bara senza pane e companatico!

@ spiderfedix: io credo che ci sia qualcuno di molto losco dietro...

@ lafea: il guaio è che non ho coraggio di dirlo a mia madre di smettere di comprare codesti oggettini!

@ giuliana: sono commercializzate dal supermercato discount dove si serve la mia genitrice. E quel che è peggio è che cambiano pure di foggia spesso, quindi è diventato quasi un must tra i bimbi!

@ talkingfish: qui bisognerebbe fare la distinzione tra il brutto-bello e il brutto brutto.
La famiglia Addams era brutta-bella, nel senso che aveva un suo gusto estetico, la serie e i personaggi; mentre la bambola nella bara è brutta-brutta. Senza rimedio alcuno....

@ labelladdormentata: kit woodoo per pupi?

@ coneja: beh, a quelle di mia figlia, altro che decapitazione!

@ simo: 'sto giochetto lo devo proporre a mia figlia quando le prendono le paturnie!

Annachiara ha detto...

@ l'avvocato scassamaroni: e certo che non l'hai vista! Ci mancherebbe solo che comprasse una bambola nella bara anche per tuo figlio!
P.S. Maledetta cicciona! Guarda che mia figlia mi ama così come sono!

livia ha detto...

Tua figlia ti ama così come sei perchè non conosce altro!!! Ma se conoscesse...non sarei tanto sicura dell'amore esclusivo!!!

lemoni ha detto...

Grazie Annachiara...m'hai fatto ammazzare dalle risate...perchè di quei cadaverini ce ne ho un paio pure io.Sai a Napoli regalare tali bamboline è considerato un must...ma io le ho momentaneamente segregate a loro volta in cantina.
Ah...una morta è provvista di cadaverino in miniatura che dovtrebbe essere il suo bambolotto.
BRRRR...c'ho avuto un brivido giù per la schiena!
Comunque stè fijette nostre non sembrano perturbarsi più di tanto...

Annachiara ha detto...

@ l'avvocato scassamaroni: ma se tuo figlio quando mi vede grida Mamma! significa che non ha ben chiaro chi sei tu!!!!! Ciabattona mia!

@ lemoni: il fatto che non si perturbino più di tanto OGGI non mi rassicura affatto sul futuro.....

andrea palermo ha detto...

aveva ragione rocco il sagrestano quando diceva il mondo è una ruota, oggi a te e domani.. pure!
tu ti chiami meringa e io sono delirante?
;)
leggerò meglio il tuo blog
buon appetito

Labelladdormentata ha detto...

Meringuccia, proprio così, riti woodoo per bambini! Visto nella mia libreria prediletta, nella sezione bambini, nel periodo natalizio: scatolina provvista di pupazzetto, con stoffine e accessorietti vari per poterlo personalizzare, spillini colorati e libretto delle istruzioni !
E quando espressi le mie perplessità, il libraio mi disse che le aveva dovute prendere a causa delle grandi richieste!

La Meringa ha detto...

@ Andrea: Mia zia, che non era per nulla ecclesiastica, diceva che il mondo è sempre più un bidet, nel senso che prima o poi ci ritroviamo tutti!

@ labelladdormentata: non sono io, lo giuro, ad aver fatto tali richieste al tuo libraio!

andrea palermo ha detto...

tua zia è molto più pulita di me :)

Annachiara ha detto...

@ andrea: mmmh, interessante punto di vista!

andrea palermo ha detto...

un punto di vista british

Annachiara ha detto...

@ andrea: self accondiscendenting!

andrea palermo ha detto...

annachiara ma mica avevo capito che eri la meringa! :)

ABS ha detto...

Mai intraviste, comunque ammetto di essere affascinato dall'idea, soprattutto dare degna sepoltura a Barbie, Big Jim e soci non mi dispiacerebbe...