lunedì, marzo 29, 2010

Mine extra-vaganti

Attenzione: può contenere spoiler e poi non mi dite che ho raccontato tutta la trama*.

Ieri sera mi sono persa tra le sapienti immagini di Ozpeteck.
Mi sono persa nel senso che sono stata inghiottita da questo racconto di rara bellezza, dove oggetti normali si fanno straordinari, dove la vecchiaia è solo uno stato mentale e la follia un'opinione ottusa. Dove visi di una bellezza extra-ordinaria reggevano primi piani chirurgiamente invasivi. Io l'avrei voluta una nonna mina vagante come quella, un'intensissima e bellissima Ilaria Occhini. Le mine vaganti sono dove nessuno vorrebbe che fossero. La nonna mi ha ricordato il mio caro Florentino Ariza, che non era certo una mina vagante, ma il cui amore per Fermina è durato per sempre. Con incrollabile certezza. Gli amori impossibili sono quelli che durano per sempre. Di per sé sarebbe una cosa triste, ma la nonna ci convive tutta la vita. Ed alla fine il suo sguardo è sereno. E poi vuoi mettere come decide di mettere fine ai suoi giorni? Ingurgitando chili e chili di meravigliosi e gustosissimi pasticcini.
Vorrebbe essere un film sulla difficoltà di comunicare la propria identità sessuale in una tradizionale famiglia pugliese. Invece, secondo me, è un film sulle facce dell'impossibilità di avere l'essere amato. Sul dolore dell'assenza, che diventa insopportabile almeno quanto i ricordi.
Ed è per questo che ci riguarda tutti, in un modo o nell'altro.

Mine Vaganti di Ferzan Ozpeteck

13 commenti:

iggy ha detto...

considerato che hai spoilerizzato, ti leggerò solo dopo averlo visto..

però ti consiglio vivamente di andare a vedere happy family ;-)

chit ha detto...

Direi che mi hai fatto venir voglia di andare a vederlo, ora devo solo più trovare tempo e modo. Ma mi ci impegno... ;-)

Un abbraccio e buon inizio settimana

RossaNaturale ha detto...

Tu ci hai visto questo?
A me è sembrato un film sulle convenzioni familiari che impediscono alle persone di esprimersi per quello che sono...che è oltretutto una tipica tematica Ozpetichiana.
Buffo come ognuno veda un film diverso...

Walter ha detto...

Parliamone.
A parte, però.
:-D
Dan (Macca)

Annachiara ha detto...

@ iggy: è nella lista...

@ chit: se l'ho trovato io il tempo, devi farcela anche tu! ;-)

@ Rossanaturale: forse in questo momento della mia vita mi era più congeniale quel lato. Comunque sì, il bello è che ognuno vede in un film qualcosa di diverso, che a volte magari va anche oltre le esplicite intenzioni dell'autore!

@ daniele: cioè in che senso? Ti solletica l'amore impossibile? ;-)

Laura ha detto...

E' bellissimo! Io invece ciò visto un inno all'amore, all'amore e al gusto della vita: c'è quella scena meravigliosa in cui giocano tutti in acqua, si schizzano e ridono felici della gioventù e di quello che hanno intorno. E poi è un inno all'amore per i figli ma anche per i genitori: il personaggio di Scamarcio è tenerissimo, alla fine on fa outing perchè non è necessario, non è detto che uno debba dire tutto in famiglia, si può anche avere coscienza delle debolezze e delle paure degli altri quando si è in pace con se stessi. Io alla fine ho applaudito. quello che invece non riesco a metabolizzare è invece la rassegnazione all'amore impossibile, ciò che è definitivo (per sempre o mai) mi dà l'angoscia.
Finito. :)

Annachiara ha detto...

@ laura: l'amore impossibile però esiste nella vita di molte persone, e secondo me esisteva in diverse forme anche nel film. Anche la ragazza nei confronti di Scamarcio, la zia nei confronti del ladro, e ovviamente la nonna nei confronti del cognato.

Laura ha detto...

In realtà non è tanto il fatto che sia IMPOSSIBILE che mi mette ansia, quanto il fatto che non sia COMUNICATO. Intendo dire che un amore, anche se non concretizzabile, se però è esplicito trova comunque altre strade per vivere, trae linfa e senso dal fatto di essere condiviso anche solo a livello mentale.
Il problema, certo, è più grande quando non si prova più amore, quando la si considera una strada sbarrata, chiusa per sempre. :(

Annachiara ha detto...

@ laura: tanti sono gli aspetti dell'amore impossibile. E' per questo che credo riguardi tutti...

LGO ha detto...

Non ho letto nulla :-)
Così posso andare a vederlo, no?

Simo ha detto...

Ma che bello, voglio andare a vederlo! Ce la farò?!?

Annachiara ha detto...

@ LGO: era uno spoiler vago, più sul senso ultimo che sui reali eventi...anche se qualcosina c'è. Puoi andare a vederlo! ;-)

@ simo: e perché non dovresti! In queste vacanze lunghe, come dici tu, molla tutto e vai! ;-)

Signor Ponza ha detto...

Ho AMATO questo film.