lunedì, marzo 15, 2010

I maschi della domenica

Tu c'hai presente il maschio medio italiano?
Quello che a tavola non riesce a fare a meno di guardare la tv, e se per caso si è tanti a tavola - come può capitare la domenica - si ritira in cucina per la sua trasmissione preferita, facendo capolino ogni tanto per consumare qualche brandello di lauto pasto, insieme alle variegate medicine che per diversi problemi di salute ingurgita in quantità industriali ogni giorno?
Di chi è la colpa di questa assenza?
Ieri ho avuto l'illuminazione.
La colpa è di certe mogli compiacenti.
Io, a mio marito, se se ne andava durante un pranzo di quindici persone a vedere la televisione in cucina (sarà per questo che non ho la televisione in cucina?) gli facevo una sonora piazzata davanti a tutti. Altro che fare finta di niente.
Colpa delle donne (di un certo tipo di donna, intendiamoci, mica tutte!) è questa tacita autorizzazione alla nullafacenza e al menefreghismo verso ciò che avviene nella comunità casalinga. E' come se un certo tipo di donna godesse nell'attribuire al suo uomo il potere e l'autorizzazione a fregarsene del gruppo - e proprio in un momento in cui sarebbe invece significativa la sua presenza - e di occuparsi solo delle sue passioni domenicali.
Peccato grave è il lasciar correre. Perché i nostri figli introiettano questi modelli casalinghi, e li ripeteranno nelle loro future famiglie. E se vogliamo un cambiamento della nostra società dobbiamo cominciare dal nostro piccolo mondo quotidiano.

E dopo la mia illuminazione ne ho la certezza.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

Verissssssimo!!! Sottoscrivo!
Baci.

Anonimo ha detto...

Verissssssimo!!! Sottoscrivo!
Baci.
Mìgola

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo! Si dovrebbe cominciare a impostare una nuova società dal basso, la base sulla quale la società deve crescere : la famiglia. se riuscissimo a formare i nostri figli in modo responsabile, avremo uomini e donne responsabili per il futuro.

Suysan ha detto...

Questo che descrivi più che permissivismo delle mogli mi sembra una bella dose di maleducazione nel mariti

Annachiara ha detto...

@ migola: sono piccole cose che danno consolazione...

@ anonimo: è molto difficile fare questo quando tutto rema contro. Ma io ci provo lo stesso...

@ suysan: certo, hai ragione, ma ritorno sempre al punto della questione: chi è che ti consente di essere maleducato? quando un bambino fa qualcosa di male, noi lo riprendiamo, gli facciamo capire che quello che sta facendo non va bene. Ma nel caso di un marito? Secondo me dovremmo fare la stessa cosa...

gabibba ha detto...

credo che sia un insieme delle 2 cose, marito maleducato e moglie permissiva

Annachiara ha detto...

@ gabibba: purtroppo questo mix è assai frequente...

Annachiara ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
copyman ha detto...

Niente da dire sul principio, però devo ammettere che ci sono state volte che avrei voluto derogare alle buone maniere. In particolare quando moglie e figli si coalizzano e prendono il controllo del telecomando imponendo la visione di determinati programmi di intrattenimento domenicali o serali come digestivo dopo pranzo o come portata fissa a cena.

Annachiara ha detto...

@ cpyman: no, ma io non parlo delle piacevoli domeniche passate in famiglia. Lì tutti scantoniamo e ci va di impantofolarci di fronte alle peggio schifezze. ti parlo dei pranzoni domenicali con tutto il parentame, dove si supera la decina...

Simona Cuneo ha detto...

Alla fine è sempre colpa nostra...come mogli, come mamme, siamo solo e sempre noi a creare dei mostri...

Valentina ha detto...

Quello che tu descrivi è un rimasuglio di abitudini preistoriche che non ha ancora avuto modo di estinguersi del tutto (un po' come i peli superflui).
C'è da dire che la compiacenza della donna-focolare-remissiva e l'arroganza del maschio-domenica-sportiva, sono un'accoppiata pericolossissima.

Annachiara ha detto...

@ simona: potrebbe essere anche la nostra forza per cambiare il mondo!

@ valentina: diciamo che, stando alla mia esperienza, di peli superflui ce ne sono ancora parecchi! Benvenuta!

Tonks ha detto...

Quando sei così super tosta ti adoro senza limiti!!!!
"Peccato grave è il lasciar correre" in tante cose.
Mio fratello non lascia mai correre che io gli rompa le balls, minacciandomi di rompermi le braccia XD.

Annachiara ha detto...

@ tonks: e io sarei super tosta?

Tonks ha detto...

Si, abbastanza.
Forse fra vent'anni potremmo cominciare a parlare di mosceria.

Annachiara ha detto...

@ tonks: oddio vent'anni...magari qualche po' prima! ;-)