venerdì, gennaio 09, 2009

Un tantinello depressa

Ma come fai, quando la tua figlia più piccola è un terremoto e semplicemente rivolta tutta casa senza che tu riesca minimamente a seguire il suo ritmo;
ma come fai, quando sull'onda della demenza senile, lasci commenti a una blogger venuta a visitarti per la prima volta, dicendo che la sua visione della maternità è troppo ottimistica;
ma come fai, quando entrambe le bambine piombano nel tuo letto nel cuore della notte e tu sei obbligata a tenercele perché un sonno malvagio ti tiene serrate le palpebre in un abbraccio mortifero;
ma come fai, quando gli unici cinque minuti di pioggia battente sono quelli in cui tu esci dalla macchina per prendere la figlia grande a scuola con quell'altra incollata al collo che non molla l'ombrello e ti trascina in un vortice di follia bagnata, assolutamente grondante;
ma come fai, quando è la quarta volta che passi lo straccio in cucina perché tuo marito, sempre con l'occhio serrato dal sonno - poveraccio! - ha rovesciato incidentalmente la bottiglia del latte e il pavimento è talmente appiccicoso che la carta moschicida in confronto è acqua fresca e la situazione non accenna a migliorare;


Come fai, insomma, a non essere un tantinello depressa?

12 commenti:

Bloggointestinale ha detto...

adesso io lo so che te sei molto impegnata che la bimba grande poi la bimba piccola e poi tutto il resto non è mica uno scherzo. allora, visto che ti volevi informare sugli scrittori emiliani mi sembra bello farti un piccolo piacere; qui trovi una piccola giuda.
:P

movida69 ha detto...

:-D

tu non sei depressa
sei stressata
:-D

(filosofia spicciola fregatene e vedi il lato positivo, fingi di essere uguale a loro, piccola e tremenda ... i neuroni spesso ci cascano e lasciano dormire i sensi di colpa e pure quelli depressi)

Tabatha ha detto...

probabilmente stai ancora dormendo ... ti sveglierai e nulla di tutto ciò è realmente successo!

Un bacio

P.S. ti ho mandato le spalle via posta :P

Zio Luigionis ha detto...

"Pensa a chi sta peggio di te e sdeprimiti", scriveva mio trisnonno sul suo blogghe.

flo ha detto...

Naaaah, ti ci vorrebbe una piccola scossa, una rivoluzione bonsai.
Se tu fossi la protagonista di un fumetto che faresti a questo punto? Inventati qualcosa dai.

carlachi ha detto...

Anche tu, come me, sei in attesa di qualcuno che ti dica "Sorridi! Sei su scherzi a parte!"?
Se lo trovi, digli di passare anche da qui!
ciao

Anonimo ha detto...

Un solo consiglio...bimbe nel lettone? vai tu in cameretta, per il resto sono tutte le gioie di essere donna. Stai pensando al terzo figlio? jejej. Nenelinda.

copyman ha detto...

Quando penso a una giornata-tipo come quelle che ti stai smazzando ho la certezza che potresti gestire la più tempestosa riunione del board di una multinazionale con la stessa facilità con cui applichi lo smalto sulle unghie.

Gunther ha detto...

mi sono divertito a leggere i tuoi post, benvenuta nel mondo di essere genitori quasi "sperfetti". Tranquilla non sei depressa a volte bisogna diventare dei carabinieri, io ho 4 figli e sono solo, non voglio dare consigli perchè non si può, ogni tanto concediti qualche momento per te stessa e dai un po disciplina, a parole è facile, ma so che è difficile!

Annachiara ha detto...

@ bloggointestinale: grazie mille caro dell'indirizzo, sono passata a fare un giro e ora è tuuuuutto più chiaro!

@ movida: forse hai colto nel segno, ma nello stato in cui mi trovo ça revient au meme come direbbero i francesi...

@ tabatha: beata a te!
P.S. ho apprezzato! ;-)

@ zio Luigionis: ecco, ora ci mancava anche il vecchio e canuto zio che dispensa saggezze nel web...

@ flo: me la darei a gambe. Ecco cosa farei!

@ carlachi: il mio momento è sicuramente più delirante di uno scherzo! ;-) Comunque farotti sapere, eventualmente!

@ nenelinda: in realtà una ci arriva da sola nel lettone, solo raramente. Quell'altra se ci fa alzare per più di tre volte alla fine diventa gioco forza. Anche perché è mio marito che si sveglia, perché io, una volta addormentata, sono irraggiungibile...

@ copyman: grazie caro. Infatti ho smesso di applicarmi smalto sulle unghie proprio da quando ho smesso di condurre quelle riunioni...che vorrà dire? ;-)

@ Gunther: grazie della visita e benvenuto! Ci provo a concedermi qualche momento, ma sono la disorganizzazione fatta persona e l'unica cosa che ho capito è che con i figli devi essere super organizzato....

spiderfedix ha detto...

come fai?!?!
con una tata tuttofare!!
a volte la soluzione è lì dietro l'angolo...

Labelladdormentata ha detto...

Solo un grande, rassicurante, consolatorio megaabbraccio e una consolazione: per fortuna CRESCONO!!!