giovedì, gennaio 11, 2007

Post sul-reale

Lei sta urlando.
Ha già sfasciato il calendario 2007.
Pensavo dovesse servire per i suoi 365 giorni di bambina.
Il padre tenta di avere ragione delle sue intemperanze.
Da quando sono disoccupata mi rendo conto che il mio stile è molto meno fluido.
Stasera ho dato in escandescenze a casa di mia sorella. Sebbene satolla di soave pizza fatta in casa, me la sono presa con mio marito perché la mia simpatica ex società mi ha mandato i documenti da me richiesti senza timbrarli. E lui che c'entra! - direte voi.
Perché uso tutti questi aggettivucoli insignificanti quando scrivo? - aggiungo io.
Insignificanti nel senso che non significano assolutamente nulla e soprattutto non aggiungono nulla alla migliore comprensione del (già delirante) discorso. Non so, sarà una posa, la mia. Un atteggiamento tipo quanto fa fico appellare "simpatica" la propria ex-società invece che vattelappescamaledettimiavetelasciatoinmezzoadunastrada oppure "soave" una pizza per quanto buona e genuina sia. Ho cancellato una cosa.
Cochi e Renato. Il surrealismo l'avevamo già vissuto. Come movimento artistico-letterario e comicostrettamenteprovenientedaiteatrioffmilanesi. L'altra sera in televisione ho capito che il surrealismo non può esistere più. E che è difficile dire qualcosa di nuovo quando si è passata la sessantina. D'altronde diciamo sempre che i nostri genitori non possono cambiare. Perché mai dovrebbe farlo un artista teatral-televisivo, per quanto in auge sia stato in gioventù?
La novità di oggi è che all'Inps mi hanno consigliato di mettermi sotto ispettorato del lavoro, millantando una gravidanza a rischio. Non avevo con me la telecamera nascosta. Ma l'impiegata mi ha apertamente suggerito di farmi fare un falso certificato dal ginecologo. Non è mille volte più surreale questo episodio che la gallina non è un animale intelligente? Che tra l'altro è una delle prime cose che imparano i bambini, e non servivano mica cochi e renato a ricordarcelo....
Ah, tra le altre cose, l'avvocato scassamaroni ha tirato fuori una storia, durante la cena, che potrebbe riguardare la coscienza di ognuno di voi, bravi cittadini ed automobilisti integerrimi. Sappiate che da oggi in poi le super multe che avete preso a pacchi durante gli ultimi anni per non aver apposto il parcometro sul vostro nobile cruscotto (?) sono illeggittime se non esistono negli immediati dintorni altrettanti parcheggi gratuiti. In pratica, l'illustre cittadino (sì, proprio tu, e dì la verità che è la prima volta che ti chiamano così) ha diritto a parcheggiare la propria autovettuta gratuitamente. Poi, quando sono finiti quei (quattro?) parcheggi gratuiti, deve pagare nei restanti 850. Ma se non ci sono nemmeno quei 4, ah, allora è tutta un'altra storia. Io non pago. Unitevi a me. Uniamoci all'avvocato scassamaroni e tutti insieme andiamo al P.R.A. a cantare insieme braccobalsdosciooooooo!

6 commenti:

gigio ha detto...

I due vegliardi nonpiùcomici un tempo cantavano
"Mi piacerebbe cantaaaaar,
una canzone inteligenteeee,
CHE SEGUA UN FILO LOGICO... PORTANTEEEEE....."
ecco, visto che il loro surrealismo è stato per molti di noi una stella polare, fatti ancora ispirare, e fornisci i tuoi vagheggiamenti blogghistici di un grazioso filo logico portante, perche quest'ultimo (e non il solo) è un vero festival del paloinfraschismo.
Non è comunque una critica, non sia mai! A una gravida malaticcia e disoccupata tutto si perdona, anche un po' di insano palinfraschismo.
Però dopo averlo letto sono tutto sudato......

livia ha detto...

Ma quale P.R.A.! Ma dove vai a perdere le tue giornate con giri inutili!! Mica si va al P.R.A per protestare contro sanzioni amministrative ingiuste; lo sanno anche le galline di Cochi e Renato (che fra l'altro è stato provato che non è vero che sono sceme, almeno quelle di Cochi e Renato!) che per protestare devi andare o dal Prefetto o dal Giudice di Pace! Vabbè, comunque prima bisogna prendere la multa e poi incazzarsi!

livia ha detto...

Ahh, dimenticavo, tu l'hai presa giorni fa la multa...beh...visto la particolare congiunzione astrale sfigata del tuo ultimo periodo...direi che...a occhio e croce...giuridicamente parlando...devi da pagà!!

StM ha detto...

I consigli fraudolenti sono fatti in buona fede, giacché s'ha da tirare a campà in qualche modo... e il modo onesto pare non esistere.

A Savona i parcheggi gratuiti ci sono, e grazie alle recenti sentenze rimarranno (ahr ahr ahr), ma a Torino (che è tutta blu) già mi figuro lo spettacolo...

Annachiara ha detto...

x gigio: appunto, caro. Trent'anni fa. Ora, purtroppo, sono solo due vecchi che cantano la stessa cosa. Ma sono passati trent'anni.

x l'avvocato scassamaroni: lo sapevo che andavi a questionare sulla storia del PRA. Era una licenza poetica!!!!

lemoni ha detto...

Effettivamente, invece di usare tutti gli aggetivi e i sostantivi per spiegare...potevi semplicemente dire che ti giravano i coglioni vorticosamente!
O che te li facevano girare!
Ciao ciccina!

Gra