mercoledì, giugno 23, 2010

Stira e ammira, che ti passa

C'ho un ammiratore segreto.
Ho una quantità giornaliera di accessi dall'amena località di Anguillara Sabazia, dove praticamente non conosco nessuno.
Un tizio mi scrive su Facebook, chiedendomi se le foto che una mia omonima gli ha mandato su MSN sono mie. Foto osé, intende lui. E che se fossero mie gliene potrei mandare delle altre.
No, ma ci rendiamo conto???
Io, una tranquilla madre di famiglia, dal passato burrascoso, d'accordo, ma attualmente irreprensibile.
Se non fossi immersa dalla testa ai piedi in varicelle, postumi, prodromi e altre amenità mediche mi lascerei trasportare dai sogni a pensare a chi può essere interessato a un tale scassone.
Restando invece più terra terra, mi vien da pensare che l'uso delle dita, per certe persone, dovrebbe ritornare a passatempi più ancestrali della tastiera.

14 commenti:

Walter ha detto...

Irreprensibile?
Ah ah!
:-D
Certo che di sciroccati è pieno il Mondo.
Ridiamoci su.
Dan (Macca)

LAURA ha detto...

Certo che ne esistono davvero tante al mondo di persone con problemi...
Però poi ripensandoci bene la storia del tipo su facebook che ti chiede le foto nude fa davvero ridere!! :-)

Anonimo ha detto...

(meno male, 1:0)

Anonimo ha detto...

Ma dai...magari avessi un ammiratore io in questo momento...tra polvere, cartoni,ragnatele e fatica...la frase tipica:"Figliolo, Dio te ne renda merito!"- ci starebbe proprio bene!!
Ho di nuovo la connessione...connessione alsaziana! YA!!! ;)))
Mìgola

Annachiara ha detto...

infatti migola mi sei mancata! ;-)

Anonimo ha detto...

evidentemente l'aria umida della lacustre cittadina a nord di roma intorbidisce i pensieri... niente a che vedere con quella fina a sud dei castelli romani...
non capisco perché se c'è un problema di omonimia scrive a te e non all'altra... del resto tu alla lussuriosa domanda mica avrai risposto "sì nelle foto sono io, chi sei tu bel maialone?"!?!
poi mi chiedo come abbia fatto a trovarti su facebook: pure che fossi stata proprio tu, in un passato burrascoso di anni e anni fa, a passargli materiale piccante, non penso proprio che avrai chattato rivelando il tuo nome e cognome...
di solito si utilizzano nomi fittizi eloquenti tipo, che ne so, topolona, bombasexy, sorriso verticale, più contenuti come smile, girasole, sephora e similari, oppure nick altisonanti tipo enea, ulisse, superman o di qualche altra divinità mitologika...
non capisco come sia potuto avvenire il salto dal virtuale al reale, questo sì che è strano e degno di approfondimento, non soltanto nel mondo virtuale...
ci dovrà essere un nesso, qualche legame con la realtà che ha portato l'ammiratore segreto ad abbandonare pratiche onanistiche su foto ingiallite e a digitare su altri strumenti alla ricerca di nuovi stimoli, in un mondo virtuale dove spesso si costruiscono a proprio piacimento rispettabili facciate piccolo borghesi peggio che nel mondo reale...
se poi le foto non le hai passate tu ma qualcun altro che ha messo la tua faccia (e non solo quella a quanto pare!!!) allo scopo di avere un contatto con questa persona dietro l'anonimato del tuo lato B, ben sapendo invece chi fosse l'ignaro (ma evidentemente non tanto ignaro) dall'altra parte del monitor, oppure per controllare o far controllare le sue attività per anni... beh, converrai con me che c'è qualche problemino reale, soprattutto se a fronte di strali e anatemi vari lanciati all'orbe terracqueo virtuale per salvare le apparenze...
effettivamente, soprattutto in quest'ultimo caso, tutto questo, se non fosse che è sulla pelle reale tua che ti ci sei trovata in mezzo, oltretutto in un momento poco felice a quanto leggo, sarebbe davvero ai confini della realtà della commedia umana... non solo della realtà vera ma anche di quella virtuale così ben architettata secondo il principio che con il culo degli altri sono tutti omosessuali...
azz! ho scritto omosessuali... comincio anche io a salvare le apparenze virtuali...
meglio riderci su,
ciao

glauco

Annachiara ha detto...

@ glauco: figurati Glauco, che alla domanda se ero io nella foto, nel mio infinito candore ho risposto proprio si, sono io, pensando che si riferisse a quella del mio avatar. Solo dopo mi sono accorta che il tizio (che non sei tu vero?) mi aveva mandato una foto mezza osé nel messaggio, chiedendomi se fosse mia. Quindi, pensa, sembra proprio che io risponda si! sono io in quella foto. Ma io sono candida e pura. Penso che mio marito, così come chi mi conosce bene, lo sappia. Lui si fida di me e non credo che basti un messaggio di uno sconosciuto convinto di conoscere il nostro indirizzo, ad instillargli dei dubbi.

Anonimo ha detto...

beh allora perché parli di ammiratore segreto virtuale?!?!
bastava correggersi e dirgli che non eri tu nelle foto.
evidentemente cercava la tua omonima e, se avesse voluto instillare dubbi, avrebbe contattato direttamente tuo marito appena ricevuta la tua erronea conferma.
è ovvio che tuo marito non nutrirà alcun dubbio: lui ti conoscce nella vita reale!!!
ciao

glauco

RossaNaturale ha detto...

Anguillara Sabazia? che nome per un posto...
Ma lascialo sognare, poveretto... :-)

LaPulce ha detto...

maddai!!! è fighissima 'sta cosa! tu gli hai risposto che ovviamente si, sono tutte tue le foto, vero? e che se vuole gli mandi pure le foto di scena di quando facevi la lap dancer professionista, vero?

Baol ha detto...

Ottimo consiglio...

chit ha detto...

Ecco perchè a me non le chiedono le foto, perchè non sono nè su Msn nè su Facebook ... Comunque è un classico che con i primi caldi si risveglino anche certi ormoni :-D

Signor Ponza ha detto...

Che elegante e delicato gioco di parole. :D

pOpale ha detto...

Sei la solita rimorchiona! ;)