venerdì, giugno 01, 2007

Storie di nidi

Questa ve la devo raccontare.
Mentre andavo ad un controllo della mia nuova piccina, arriva la super strappona di turno. Infagottata in vestitucci griffati alla moda, abbronzatissima, capello fatto fresco di parrucchiere. Io, in confronto, ero un ciaffo brutto piazzato lì. E soprattutto perché i miei capelli non vedono parrucchiere da mesi e le griffe le guardo piucchealtro in foto. Anche se ero dignitosamente vestita e con la mia altezza faccio comunque la mia porca figura, lei era comunque il ritratto della florida felicità di mamma, e andrò a spiegarvi come mai.
C'è da chiarire che ci si trovava tutte nel nido dell'ospedale dove partorimmo, io un mese fa, lei presumo molto meno, tipo una settimana fa.
Si presenta con il passeggino, cui in genere è fatto divieto d'ingresso, trovandosi il nido allo stesso piano della sala parto e comunque per una questione d'igiene. Lei è riuscita sicuramente a sgattaiolare senza farsi vedere dal portiere.
Oltre al suddetto passeggino, aveva con sé - udite udite - una filippina. Che agiva come fosse la sua ombra. Quasi puliva gli schizzetti di sputo della sua bocca. Cade uno straccetto e la filippina raccoglie. C'è da spostare il passeggino, e la filippina sposta.
"Devo assolutamente sapere se è normale che questo bambino (il suo!) abbia già le colichette".
"Signora, deve parlarne con il pediatra".
"No, perché sa, io mangio tante verdure, si ricorda?"
Si ricorda??? Passeranno centinaia di persone al mese e secondo lei la puericultrice poteva ricordarsi che lei mangiava tante verdure? E poi chissene sbatte una benemerita se lei mangia le verdure, visto che la puericultrice si occupa notoriamente dei pargoli.
"No, perché sa, io non vorrei smettere di mangiare verdure (comprate, pulite e cotte dalla mia filippina)".
La signora ha probabilmente un grosso problema di stitichezza. Incoffessabile ad una puericultrice, e per giunta davanti alla filippina.
Passa poi casualmente il primario pediatra e lei lo assale con le sue assurde pretese del si ricorda che mangio tante verdure. Mentre la filippina sembra un tasto di pianoforte, su e giù, cade, raccoglie, agli ordini.
Il pediatra la guarda - voglio credere io - attonito e le risponde che la verdura non c'entra assolutamente niente e che semmai deve togliere latticini e derivati, anche il cappuccino che sicuramente lei prende ogni mattina fatto dalla filippina. La signora tace perplessa, o forse semplicemente tace. Anche se non credo che la semplicità sia una sua virtù.
E' così che va il mondo.
C'è chi c'ha la filippina per farsi pulire un culo che non funziona, e chi c'ha un culo troppo grande perché possa bastargli una sola filippina, quindi è meglio niente!

7 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

Meringa il tuo racconto mi è piaciuto moltissimo :) specialmente la morale :)

patrizia ha detto...

a me è capitato di vedere bambini al parco giochis eguiti dal filippino di turno..usato come appendi giacche, tavolo..porta oggetti vari...che vergogna
mi sentivo imbarazzata io per loro

copyman ha detto...

La ricchezza rende possibili tante cose, tra cui avere sempre un look curatissimo e disporre di colf filippina tuttofare, ma non cambia la natura umana: verdure o non verdure, ciò che dentro profuma e ha la consistenza di meLMa tale rimane, anche placcato oro 18 k.

livia ha detto...

Tu in confronto non sei un ciaffo brutto piazzato lì. Da cosa deriva tutto questo ottimismo? Tu, precisamente, sei un "cesso"! Ficcatelo bene in testa (non il cesso!). Purtroppo a te è toccata questa somiglianza. C'è chi assomiglia alla Cucinotta, chi alla Bellucci (beata lei) chi alla Colombari...beh tu assomigli ad un "cesso"...ecco si...proprio ad esso! Comunque bel racconto, intriso di significato e spessore giornalistico! Io fossi Vespa ti inviterei insieme a Crepet per commentare sull'argomento che attanaglia milioni di italiani!! Si, si, la nostra famiglia ne avrebbe sicuramente una grande pubblicità...Vespa...invitala...ha anche studiato!!

Annachiara ha detto...

@ l'avvocato scassamaroni: io t'ammazzo! Così creiamo un bel caso di cronaca!
Come si chiama l'omicidio della sorella? Sororicidio???

gigio ha detto...

...stavo cercando di immaginarmi la Meringa con un cesso in testa....
MA VUOOOTOOO!! Cosa avevi capito?!?

geppi ha detto...

Se non ti puoi permettere una filippina comprati una nigeriana, almeno fai contento tuo marito!