sabato, settembre 24, 2011

Que viva Espana

Ieri serata tra donne in very exclusive circolo romano, con tanto di vista sull'immensità, prosecchino d'ordinanza, aperitivo come si deve, insomma, per passare con la nonchalance di cinque matrone taglia XL (tranne una effettivamente troppo magra) in annessa pizzeria dove, tra le vecchie - in senso di PARECCHIO IN LA' CON GLI ANNI - clienti tutte rifatte del molto esclusivo circolo (e non mi sento di escludere che noi cinque ci siamo anche solo per un attimo, ognuna nel cantuccio dei suoi più intimi pensieri, paragonate a costoro) -, incede bello come un dio pagano, con un grembiule rigorosamente nero che gli fascia fianchi da atleta, con basettoni scolpiti sul viso perfettamente sbarbato, due mani splendide e passo felino, incede - dicevo - EL CAMMERERO ESPANOLO (non so se si scrive così, ma il modo in cui LUI pronuncia Espagna con tutta la "S" da serpente sibilante ci mette TUTTE subito in una disposizione estremamente MODE ON). Beh, rispetto alle babbione habituées che aveva come clienti di solito, cinque splendide quarantenni VERY ORIGINALS TUTTE TONDE fanno di certo la differenza. E soprattutto non c'è prezzo a vedere labbrone e zigomoni delle babbione NOT MORE ORIGINALS che si sollevano dal fiero pasto e fissano basite l'incedere di svariati metri e ottanta che attraversano spensierate (oddio spensierate è un modo di dire, dopo aver passato almeno un'ora a decidere cosa mettersi, a guardarsi nello specchio e decidere che no, il vestito attillato oggi non è il caso con tutta la panza che straborda fuori, ma insomma spensierate senza pensieri di esplosioni moleste di silicone) la sala per andare a prendere posto in un tavolo purtroppo stranamente minuscolo rispetto al loro numero e alla loro mole, ma chissene frega l'importante è stare insieme vicine vicine anche se il ristorante intorno a noi è semi vuoto di silicone.
E in questo stato di super eccitazione da CAMMERERO ESPANOLO abbiamo affrontato un pasto ricco di sguardi, doppi sensi, battutine, perché il cammerero si divertiva almeno quanto noi. Purtuttavia il top della serata è stata la descrizione di come dormiva il marito di ognuna di noi. E abbiamo scoperto che ognuna delle nostre dolci metà aveva la stessa posizione standard, dovuta sicuramente alla genetica - perché non saprei spiegarla in altro modo - e cioè immobile supino e con mani incrociate sul petto (tipo morto, insomma). Tranne il marito di mia sorella che sembra dorma supino cosparso di vicsinex e con due cuscini sulla faccia. Voi capite tutti adesso l'interesse per il CAMMERERO ESPANOLO anche solo per fantasticare su una pennichella con lui, rigorosamente a pancia sotto!

17 commenti:

pOpale ha detto...

Ho chiesto alla bipede come dormo e lei mi ha risposto che quando mi giro nel letto sembra di dormire vicino a un tricheco ... credi mi debba offendere? :)

Anonimo ha detto...

Sei fantastica.... Devi scrivere un libro e, sono sicuro, faresti soldi a palate!!! Di conseguenza avresti non solo il cammerero espanolo ma decine e decine di cammereri per tutti i gusti e le voglie...... Come dormo? Solo, in posizione fetale!! TVB

Baol ha detto...

Ma i cuscini sulla faccia glieli mette tua sorella per bloccare il russamento? (O la respirazione...)

M ha detto...

Bello spunto per un post ambivalente per entrambi i miei blog. Non è un @ esclusivamente maschile far cadere l'occhio sull'"incedere" del cameriere (e dilla tutta: sul culo del malcapitato) o fare battutine e doppisensi rivolte al de cuius, è anche delle signore very originals.
Mica che sia un male, ma almeno colma un presunto divario tra il maschio e la femmina sul piano della diversa maniacità sessuale (abbiamo già pronto un post al riguardo).
Com'è poi che dal cemmerero siete finite al (modo) di stare a letto? Per pura coincidenza, suppongo.

Annachiara ha detto...

@popale: io penso di no. scusa volevi sembrare qualcosa di meno imponente? ;-)

@ anonimo: io posso GIA' avere tutti i cammereri espanoli che voglio!!! ;-)

@baol: no. Peggio. Se li mette lui da solo. Penso per astrarsi dal mondo intero, almeno la notte!

@M: il culo era abbastanza nascosto, ma non ho dubbi che fosse all'altezza del resto! Per il resto, sì, pura coincidenza...;-)

maestraArcobaleno ha detto...

incredibile ma anche il mio dorme così...ma che si chiamano e si mettono tutti d'accordo??? ;)
...prox volta mi unisco se tornate dal cammerriere!!!

livia ha detto...

menieLa Meringa ha dimenticato di dire l'appellativo con cui il "camerero" è stato chiamato per tutta la serata: "arabe de palo"(non so se si scrive così) e la dice tutta...o "tutto" che dir si voglia!!!

Annachiara ha detto...

@ maestraArcobaleno: secondo me è genetica...

@ livia: temevo che il mio pubblico d'élite non comprendesse la volgare citazione ;-)

livia ha detto...

Ma non è una volgare citazione: "arabe de palo" è un gruppo che canta meravigliose canzoni tipo, cito fra tutte "le mejo": "Depende...da che depende...". Ora, se anche questo è un doppio senso...beh...allora...default Espana!!

Daniele Mattioli ha detto...

Se vengo a trovarvi, te lo faccio io, il cameriere.
E la musica la scegliamo io e tuo MARITO...
:-P

Annachiara ha detto...

@ daniele: allora sono morta. ieri sera ci siamo strappati i capelli a proposito dei Verdena.

stripedcat ha detto...

@Meringa!
you made my day!!!
(o è stata la bottiglia di Laurent Perrier 2002 che mi son scolata da sola perché la mia dolce metà non ama le bollicine?)
n'importe: t'es trop!

ciao et au revoir en Allemagne, my dear!

Annachiara ha detto...

@striped: non me lo dire così dell'Allemagne, perché sono in mood "viaggi" e potrei prenderti sul serio!!! ;-)

copyman ha detto...

In passato credo che la mia ex dolce metà abbia carezzato l'idea di sistemarmi tra le dita la coroncina del rosario, giusto per completare la mia ricorrente postura dormiente-cadaverica. Adesso però mi sveglio nel cuore della notte e non capisco come diavolo ho fatto a mettermi di traverso o con la testa dalla parte dei piedi del letto. Starò invecchiando...

LAURA ha detto...

Mi sto ancora chiedendo quale sia il nesso tra il cameriere figo spagnolo e la posizione dei mariti a letto per dormire.... :)

Il cinefilante ha detto...

meri'....tira fuori il nome del ristorante che si va a dare un'occhiata al cameriere... ;-)

Annachiara ha detto...

@ copyman: o semplicemente sei ritornato bambino! Le mie figlie fanno così! ;-)

@ laura: il nesso è la disperazione di non poterlo avere e la constatazione di quello che abbiamo: un morto nel letto! ;-)

@ cinefilante: cocca, ti ho detto è un posto very exclusive. Serve la raccomandazione per entrarci e la mia si è esaurita! ;-)