venerdì, luglio 07, 2006

Gemelle

Siamo usciti come la solita famiglia Brambilla. Due di tutto. Due sorelle, due figli di sorelle, due passeggini, due seggiolini auto, due borse pannolini, due portafogli. E ogni volta che usciamo in formazione sorelle+figli, poi, tutti (estranei perlopiù) ci fanno domande tipo: "sono gemelli?" (i due pupi), oppure a noi: "siete gemelle?". Ma io non lo so, ma la gente primo non si fa i cazzi suoi, secondo come fai a scambiare una bella e una un po' meno, una magra ed una un po' meno, una tettona e l'altra no - e vi passo altri dettagli magari meno macroscopici - per gemelle??????
Tanto tanto i due pupi, che sono piccini, sessualmente ancora non pronunciati, ma io e mia sorella siamo come il giorno e la notte, come la luna e il sole, come il mare e il lago. Eppure la gente non sa guardare più in là del suo naso.
Comunque siamo passate abbastanza indenni attraverso questo percorso gemellare ad ostacoli. Mia sorella si è mangiata un bel tocco di pizza insieme ai pupi. Io guardavo e fumavo. E consideravo. Che quando fai un figlio non hai più tempo per niente. Che sono due settimane che devo trovare il tempo di depilarmi. Che quando vado al supermercato ho talmente tante cose a cui pensare che dimentico almeno metà lista e torno a casa con metà cose che sulla lista non c'erano. Allora a che serve fare la lista? Però, consideravo che queste cose a mia sorella non capitano. Lei è sempre perfettamente depilata, fa la spesa anche per la suocera, va in giro in moto e si è comprata un paio di deliziosi pinocchietti rossi. Oddio, non ho ancora avuto il coraggio di dirle che le fanno un culone...e la pizza fuori pasto non aiuta...
Dopo le considerazioni, siamo passate ai fatti, perché ci siamo dovute rimpacchettare in macchina, con passeggini, seggiolini, pacchi e pacchetti. E ovviamente nessuno dei due pupi che accennava ad appisolarsi anche solo due minuti. Allora io e la mia super sorella abbiamo inventato il gioco della settimana, che dico del mese, ma che dico dell'anno intero: la versione velocissima dell'inno di Mameli, cantata a due e con un SI' finale degno del coro degli alpini. E non vi dico i risatoni, le urla dei pupi! E noi arisù Siam pronti alla morte l'Italia chiamò, SI!

2 commenti:

Seamus ha detto...

Posso rivendermi l'informazione di chi delle due ha le tette più grandi? ;-)

Annachiara ha detto...

Tanto lo sanno tutti. Si sa che sono IO!!!!!!!!!!