mercoledì, febbraio 20, 2013

In-flusso

In questi giorni mi interrogo parecchio sul benefico effetto della morfina che dà euforia quando ne abbiamo bisogno, fa vedere un mondo allucinato pieno di esagerazioni, fa venire a galla i nostri peggiori incubi, ma anche esalta le nostre passioni più recondite datemene un pochetto ne ho bisogno per affrontare i giorni a venire perché la mente umana segue percorsi astrusi ma che assecondano sempre una certa logica e la mia in questo momento ha un sacco di desideri che sembrano strampalati e slegati gli uni dagli altri ma non è affatto così hanno un minimo comune denominatore e vorrei che almeno l'illusione della loro realizzazione avesse un effetto amplificato esplodente e dirompende in questo posto che chiamano vita e nel flusso di questa mia coscienza irremovibile.

6 commenti:

Daniele Mattioli ha detto...

Io, come medicina, posso solo pensarvi. Con tanto affetto.

Mìgola ha detto...

Lo sai che a volte la tachipirina è più forte della morfina? E la vendono a poco in farmacia? Questo per dirti che a volte basta poco per amplificare i sogni ...molto meno di quanto si pensa! Sei grande e ti abbraccio!

Maurice ha detto...

Non ho capito se yi sei fatta una canna o se hai qualche incubo da risultato elettorale.

Annachiara ha detto...

@maurice: una canna è esattamente quello che mi ci vorrebbe. Ma non è allucinogena come la morfina...

Anonimo ha detto...

Peccato per quelle due virgole all'inizio. Eravamo quasi in stream of counsciusness un'altra volta. Alla canna ci arrivo, per la morfina mi devo attrezzare. Piaciuto "In-flusso".

Annachiara ha detto...

Caro anonimo, effettivamente quelle virgole stonano un po'!