venerdì, maggio 13, 2011

Sul trarre rapide conclusioni

Blogger m'ha cancellato il mio ultimo post, con tutti i commenti. E poi è ritornato il post senza commenti. Parlavo della scuola. Male. Quella stessa scuola che oggi pomeriggio mi ha fatto divertire con le mamme a cucire stoffe puzzolenti per la recita dei nostri figli. Quella stessa scuola che mi ha fatto incontrare di nuovo la maestra illuminata che sapeva che le recite a natale si possono fare anche solo facendo suonare la zampogna allo zampognaro di fiducia, che attira bambini come un mago. La maestra illuminata ha detto che mia figlia è un'attrice nata. La frase che deve recitare è la seguente: "Cola, Cola, ccche tttu pppossa dddiventare un pppesce!" E lei la dice proprio così, con tutte le occlusive e le dentali al posto giusto, urlando come una disperata. Mamma io devo urlare, mi fa. E non sarò certo io ad arginarla! Mia figlia ha la battuta clou, quella da cui deriva tutto il movimento della storia. Mica sono cose da tutti i giorni! E non è nemmeno spropositatamente alta tipo me che stagliavo su tutti e a scuola mi davano sempre e solo parti da maschio. Lei ha la possibilità di essere la Giulietta che io non ho potuto. Non riesco a trattenermi dallo sperare. Ce la puoi fare piccola. La tua mamma ti starà vicino.

Oddio. Ho veramente scritto queste parole. Sdolcinata madre comune e senza progetti originali che non sono altro. E questo per dimostrare che anche noi mostri senza cuore abbiamo un muscolo nel petto. Gelatinoso magari, ma comunqe vivo!

6 commenti:

Marco ha detto...

tanta merda alla giovane attrice! ;-)

Maurice ha detto...

Lo sapevo che succedeva, per questo non ho commentato prima.
Ma, spiegaci: stanno preparando la recita di Natale a maggio?
Meringa, stai composta. Hai visto cosa succede al "cigno nero" per colpa della madre?

Annachiara ha detto...

@ marco: ah ah grazie!

@ maurice: la maestra con cui prepara la recita del laboratorio teatrale è la stessa che aveva alla materna e che organizzò una fantastica recita di natale con lo zampognaro che si tirava appresso tutti i bambini con flauti tamburi e quant'altro! Comunque cercherò di mantenere un basso profilo e di non sbracciarmi troppo, anche se non ho visto "il cigno nero!"!

Saamaya ha detto...

càspita, che orgoglio. Ma ce la fai a gestire tutto sto TALENTO e la fama che ne seguirà?

Baol ha detto...

Da far cariare i denti, hai ragione...



SCHERZOOOOO!!! Alla grande!!!!

chit ha detto...

Ce la può fare si, ce l'ha fatta anche Valeria Marini scusa vuoi mica che sia da meno??? :-D

Un abbraccio e mi prenoto per la "prima" ;-)