lunedì, giugno 22, 2009

La marcia è femmina

Io c'ero al concerto allo stadio Olimpico sabato sera.
Una bufala.
Un flop.
Come l'hanno definito in molti.
E non è falso.
Le donne del concerto di Milano hanno vinto.
Non c'è storia.
I maschi capeggiati da Renatone hanno dimostrato quanto si può sbagliare senza un'adeguata direzione artistica.
Mi spiace perché io c'ero.
Ma invitare Luca Barbarossa il cui unico merito è aver scritto una canzone su Roma, o Minghi che fa cantare al pubblico canzoni troppo vecchie perché lui non ce la fa! Queste scelte discutibili appannano persino l'ottima performance di un Baglioni tuttofare e tre splendidi brani di Fossati, che non ha saputo (o qualcuno non ha voluto?) approfittare dell'occasione per fomentare il pubblico con i suoi brani più conosciuti.
Le donne hanno una marcia in più.
Tenetevelo per detto.
video

7 commenti:

La Lunga ha detto...

che le donne avessero una marcia in più è ormai risaputo...

supplì ha detto...

ah, c'era anche Arisa, sugli spalti... o era uno dei Kiss senza trucco...

Maurice ha detto...

Sì, però, anche tu alla tua veneranda età andare ai concerti come le ragazzine. Ben ti sta un Minghi d'annata, o volevi i Bastard? So già che tenterai la scusa della solidarietà con l'Abruzzo: rassegnati, non abbiamo più l'età. Possiamo ancora permetterci un Jimmy Hendrix a tutto volume. In cuffia.

copyman ha detto...

Più che un commento a un concerto, sembra il resoconto di uno di quesi tristissimi show necrofili di-e-con Paolo Limiti o presentati da Carlo Conti, quelli che hanno come unica ragione di andare in onda il tirare fuori dalla naftalina artisti sfiatati e andati oltre il punto di decottura del non ritorno.
Ovviamente non mi riferisco a Fossati o Baglioni, che ancora hanno energia e carisma, ma a Barbareschi o Amedeo Minghi, che per limiti vocali anche all'apice della carriera (20 e passa anni fa) non era il prototipo del cantante da stadio.

Annachiara ha detto...

@ la lunga: E guarda, ti dirò, che io sono molto cauta con questi "luoghi comuni" come li chiama mio marito. Ma quando ce vo' ce vo'!

@ supplì: quella splendida persona che si vede gridare a squarciagola, genio, ero IO! Anche se forse paragonandomi ad Arisa dimostri di essere in dirittura d'arrivo per la vecchiaia...

@ Maurice: Detto tra noi, a me mi fregava solo di Fossati....e non avevo la più pallida idea che ci fossero tutte quelle cere da museo...

@ copyman: ma la realtà ha superato ogni immaginazione....

spiderfedix ha detto...

un po' il convento passa questo...certo capossela, conte, de gregori, fossati (c'era ma non potevo non menzionarlo), vasco, negrita, ligabue, dalla...forse avrebbero tirato un po' di più...

Annachiara ha detto...

@ spiderfedix: Dalla c'era, ma non ha tirato abbastanza, evidentemente...male soprattutto la direzione artistica di Renatone. Non basta invitare i propri amici...