giovedì, giugno 12, 2008

Non è un sogno

Stanotte, verso le 00h45 mi trovavo con la mia macchina sul raccordo.
Solita direzione Flaminia.
Soliti lavori in corso all'altezza di Castel Giubileo (tanto per citare luoghi che qualcuno conoscerà).
Solita gimcana di cambi di corsia.
In quel punto, però, la segnaletica stradale diventa incomprensibile.
La strada era impalettata in ogni suo centimetro.
Ovverosia, il suolo era ripieno di simpatici conetti catarifrangenti ad indicare un percorso chiaro forse solo ad un eventuale elicottero dotato di infrarossi.
E io mi trovo di fronte ad un bivio.
Seguire i paletti di destra o quelli di sinistra.
Davanti a me il buio pesto e nessuna indicazione utile.
Dietro qualche macchina in fila.
Accendo gli abbaglianti che non mi aiutano punto.
Mi decido alla fine per la fila sinistra di paletti.
Continuo a mantenere un'andatura estremamente moderata, tipo quaranta, visto che non sono per nulla sicura di aver fatto la scelta giusta.
E ancor meno quando vedo di lontano una lucina come di lavori in corso e piano piano si fanno chiari i contorni di due operai. Rallento ancora di più fin quasi a fermarmi e uno di loro mi grida: "Di là, da quell'altra parte, ma che fa???"
E io: "Ma non si capisce niente là in fondo, io mi sono confusa".
E l'altro operaio: "Ma veda di andare, va!" Con faccia conseguente.
Specifico che avevo dietro di me tutta la fila di macchine che mi aveva seguito.
Ma dimmi te se una all'una di notte deve sentirsi mandare a quel paese da un demente che non capisce la pericolosità che ha innestato dimenticando di mettere una freccia di direzionamento delle macchine sul raccordo anulare di Roma....
E per giunta nella mia sera di libertà. Dove tutto dovrebbe concorrere al rilassamento totale....

23 commenti:

livia ha detto...

Ecco, lo vedi? Non è aria di andare a SINISTRA!! Comunque tu sei una beota: dovevi tirare il freno a mano, scendere dal tuo bolide (incazzata come una che ha perso le elezioni) e dall'alto del tuo metro e 83 cm urlare in faccia all'operaio: voglòiamo vedere che come chiamo i Carabinieri o la polizia stradale (lascio a Voi la scelta) per mancanza di segnaletica non devo più andare dove mi avete mandato? Non dovevi rispondere come una demente: "Mi sono confusa"!! Che razza di risposta è? Tanto valeva che dicessi sono una COGLIONA!!! Si, forse era meglio!! Ah...non c'è rimedio!! Livia

Seamus ha detto...

Ha ragione Livia, dovevi scendere dalla macchina così come sei a far valere i tuoi diritti!

Tabatha ha detto...

ma nooo ... nella serata di rilassamento totale non si possono assolutamente avere reazioni aggressive ... è controindicato!

P.S. anch'io ero fuori a spassamela ieri sera :P

Annachiara ha detto...

@ livia: sono costretta a dire che hai ragione!

@ seamus: e da te chiedo ufficialmente il divorzio!

@ tabatha: oddio, io non è che me la sia proprio spassata...sono andata a vedere Gomorra....

copyman ha detto...

Mi sarei aspettato fuoco e fiamme da parte tua, giusto per rimettere al loro posto quelle emerite teste di quiz, ma va detto che a quell'ora si può avere più voglia di arrivare a casa senza danni e perdite di tempo che di sfanculizzare gli imbecilli.

spiderfedix ha detto...

sai cosa avresti potuto fare con un paio di quei paletti?!!?

Suysan ha detto...

visto che era l'una di notte e ti trovavi sul raccordo anulare secondo me hai fatto bene a chiedere scusa.....e poi chissà dopo di te quanti altri avranno fatto lo stesso errore..

Nenelinda ha detto...

Ti sei dimenticata di raccontarci il meglio della serata cioè come te la sei spassata...Nenelinda.

piattinicinesi ha detto...

ma quelli che erano dietro di te che hanno detto????
tutta la mia solidarietà comunque, io la sera sono una talpa, non vedo niente e sarei capace di perdermi anche fra i campi pure senza segnaletiche sbagliate...

Mimmo ha detto...

...sappi solo che faccio la Pontina tutti i giorni.
ggggggggggggggggrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr



ps: un abbraccio! :)

Tabatha ha detto...

Urca ... Gomorra ... allora ho capito perchè ti sei ritrovata sulla strada sbagliata! Io ero uscita dal cinema con difficoltà respiratorie.

Ti sconsiglio allora il film "storie di Stoccolma" ... bello, ma così crudo che al ritorno facevo fatica a pedalare per lo shock!

gigio ha detto...

...ormai si è capito che la meringona è can che abbaia (nel blog) ma non morde!

Annachiara ha detto...

@ copyman: non m'andava. non m'andava proprio di rovinarmi la serata....

@ spiderfedix: e ti confesso che c'ho pensato! ;-)

@ suysan: avrei voluto essere una telecamera ad infrarossi per scoprirlo!

@ nenelinda: robba di cinema impegnato. Ero ancora tutta scossa...

@ piatticinesi: ne ho visti un paio con la coda dell'occhio che si sono fermati anche loro con i simpatici operai...

@ mimmo: solidarietà autovettoriale, allora!

@ tabatha: io non pedalo più da millenni. Non avrò sicuramente questo problema!

@ gigio: e come si fa a mordere nel blog? Io mi accontento di farlo nella vita reale! ;-) E tu dovresti saperne qualcosa!

flo ha detto...

Brrrr, hai appena descritto uno dei miei peggiori incubi, ovvero trovarmi nella tua stessa situazione, tutte le volte che vedo quei birilli nelle deviazioni causa lavori in corso mi si intrecciano gli occhi e non capisco dove caspita bisogna andare!
Certo però che potevi pure sfanculare il cafone...

Dyo ha detto...

Io avrei mandato l'operaio a cagare, e pure in malo modo perchè non sopporto le maniere arroganti.
Ma gli operai lavorano all'1 di notte??
Sicura che non fosse un sogno?

Dyo ha detto...

Sei alta appena 1,83? Mi presteresti 10 cm? Te li renderei nella prossima vita.
:D

Miss Quarrel ha detto...

Scusa eh, ma la domanda nasce spontanea...come ne sei uscita?!?

Dai dai dai, che son situazioni che capitano! E assolutamente SEMPRE per colpa di qualcun altro!! :D:D:D

Angie ha detto...

La solita approssimazione degli Italiani..e poi ci stupiamo delle morti bianche sul lavoro..che tristezza!!
:-(

MyP ha detto...

E meno male che è successo di notte, devi dire. Se quell'errore di quel pirla si fosse presentato di giorno ... a Roma ... tu non hai idea del casino che si creava.
Ma non ti preoccupare ... anche di giorno, quello lì ti avrebbe mandato a quel paese ugualmente.
:-)

Marta ha detto...

Che bello mi piace il tuo blog! Ti leggo spesso nei commenti al blog di Api, adesso però ti leggerò più spesso!!! Conosco molto bene queste cose, io abito a pochi km da Firenze e per arrivare a casa presto senza attraversare paesi e paesetti è molto meglio prendere la tanto vituperata FiPiLi. E' la follia. Sempre in cantiere, sempre lavori. Non sarà ai livelli del GRA però penso che ci si avvicni parecchio. Sei stata fortunata, anzi fortunatissima. I cugini di alcuni amici hanno avuto un bruttissimo incidente con terribili conseguenze per la segnaletica errata a un cantiere in Autostrada.

giuliana ha detto...

eh, no, meringa, quoto livia. andava mandato a stendere, quel buzzurro, altrochè :P

lemoni ha detto...

Annie la smetti di andare in giro ad infastidire quei poveri operai che poi si innervosiscono e rallentano i lavori di un paio di settimane...insomma mettiti nei nostri panni di cittadini di Roma Nord!
E no...non ti permetto di mandarmici eh!=))

Annachiara ha detto...

@flo: e poi vuoi mettere la notte, dove già di per sé una miope come me non vede una beneamata?

@ dyo: sai, qui è la metropoli, lavorano a tutte le ore del giorno e della notte...ebbene sì, sono una gigantessa!

@ miss quarrel: ne sono uscita andando aff...;-)

@ angie: grande verità.

@ myp: però avrebbe anche potuto vedere bene il destro che gli arrivava dritto dritto sui denti!

@ marta: benvenuta. E, se non ti dispiace posso fare le corna, così, dietro la schiena, non si sa mai, a proposito dell'incidente, intendo! ;-)

@ giuliana: mia sorella non capisce niente, però. Quoti anche questo? ;-)

@ lemoni: ma in più io li rispetto tantissimo per il lavoro che fanno! Ma questa volta era fatto veramente ad cacchium!