giovedì, marzo 13, 2008

Requiem

Non è bastato.
Mio marito sembra peggiorare ogni momento che passa.
La poppante ha vomitato la pappa tipo poltergeist.
E io son qui, all'una di notte, ancora a lavorare dopo aver messo tutti a letto, lavato i piatti e sistemato i giochi. E tralascio i restanti 61200 secondi della mia lunghissima giornata.
E' andata nettamente peggio di quanto pensassi.

8 commenti:

copyman ha detto...

Coraggio Annachiara, non sei sola a navigare a orari indecenti in acque tempestose, che per di più hanno nuance e sentori su cui è preferibile sorvolare.
Auguri di pronta guarigione a Seamus (classico e bestiale cimurro parainfluenzale?)

Alex ha detto...

mia figlia ieri mi ha invitato a veder il suo prato all'inglese di un paio di centinaia di mq, autoirrigato ecc.: solo che nella notte a nostra insaputa, dall'unico varco aperto su una ripida scala sono entrati i cinghiali... insomma abbiamo passato una giornata a rifar zolle e lanciando simpatici epiteti alle care bestiole.
Ognuno c'ha i suoi cazzi!
:)
ciao
Alex

flo ha detto...

Azz, è dura la vita di noi donne...
Per fortuna tutto scorre, finirà anche questo trambusto, il prima possibile ti auguro!
Ciao;)

giuliana ha detto...

ops! auguri a seamus e alla piccola e a te... un abbraccio di solidarietà

MyP ha detto...

Sei la dimostrazione che le donne sanno gestire ogni situazione, ogni problema ... ogni rottura di coglioni, per intenderci.
:-)

sonia ha detto...

Coraggio! Dai a tutti e due una disinfettata e poi riposati un po'!

Annachiara ha detto...

@ copyman: vedo che siamo uniti dal lerciume di fine giornata!

@ alex: per usare un eufemismo! ;-)

@ flo: parecchio fatalista, la pupa!

@ giuliana: grazie, sono tutta un fremito!

@ myp: mmmh...tu mi sa che vedi il bicchiere mezzo pieno, eh!

@ sonia: mission impossible...

Maurice ha detto...

Spero non sia l'effetto strudel.