mercoledì, marzo 23, 2011

Quello che conta

Allora è arrivato col suo zaino, il mio amico francese. Con il suo sacco a pelo militare, ché all'inizio mi dispiaceva pure non dargli lenzuola e trapunta, poi alla fine ho capito che per lui era come una casa, coi suoi occhiali sulla fronte a reggere capelli troppo lunghi, con le sue scarpe da trekking, le sue sigarette roulées e il suo PC sempre acceso e insomma abbiamo passato 9 giorni in simpatia, lui prevalentemente chiuso in casa, io girando come una trottola tra famiglia lavoro casa cucina e meno male che mio marito, nelle pause di consulenza informatica al cittadino oltralpino, andava a fare qualche spesuccia culinaria a riempire il frigo altrimenti non so cosa avrei fatto, e il francese ha boicottato Roma, la città più bella del mondo, preferendo variegate escursioni montane nella campagna laziale, ma insomma chissene frega, abbiamo mangiato, bevuto, parlato, concluso in bellezza con tre bicchieri di gin e mi ha fatto riflettere sull'amicizia, sul fatto che si può rinunciare a tante cose ma all'amicizia no, l'amicizia ti serve, l'amicizia ti tempra, l'amicizia ti soccorre, ti confida, si confida, l'amicizia ti bastona, ti prende e ti porta per mano, l'amicizia ti rigenera, ti comprende, ti giustifica e ti attacca, l'amicizia è forte è unica, è umana. Il pezzo forte della vita.

10 commenti:

copyman ha detto...

Prosit! Le amicizie autentiche non faranno dormire tranquilli come un robusto conto in banca o il mutuo estinto, ma non hanno prezzo

Anonimo ha detto...

Ipse dixit ! E' così

Annachiara ha detto...

@ copy: è vero, e uno poi se lo ricorda sempre poco spesso! ;-)

@ anonimo: sagge parole! ;-)

Maurice ha detto...

Gin? Pas de Calvados? Ma sacco a pelo si dice cul-de-sac o sac-à-poche?

Annachiara ha detto...

@ maurice: gin perché c'era solo gin e tequila! e io avevo voglia di una sbronza sistematica. e comunque sac- à-poche rende bene l'idea. Si dice l'equivalente di sacco di dormita! triiiiiiiiiiiste!

Daniele Mattioli ha detto...

Ecco dove eravate finiti.
mi fa ben sperare per la mia discesa, che non tarderà.
Oh, non il notebook.
Per il mangiare, discutiamo.
Bentornata, Eccellenza.

chit ha detto...

L'amicizia a mio avviso è uno di quei ingredienti irrinunciabili per la ricetta di una buona vita!
Mi unisco al brindisi ed al cin... :)

p.s. sulle scelte dell'amico oltralpe non mi pronuncio ma in vacanza il pc... Oh my god!!?? :-/

Annachiara ha detto...

@ daniele: NON TARDERA??????????????? Ma tu sei matto, io mi devo disintossicare!!!! ;-)

@ chit: beh, mica solo col PC, considera che in 9 giorni è stato a Roma 1 giorno per tre ore...il resto sul divano di casa! ;-)

takajiro ha detto...

credo tu possa aver capito in questi anni(!!?) di post quanto sia viscerale il mio rapporto con l'amicizia. ho percepito il tuo post come partorito dal mio cranio!
e ormai ho preso quella faccenda sul divano di casa vostra come una promessa!
ecco, magari anche senza gin....un whisketto piuttosto...

RossaNaturale ha detto...

Fico il tuo amico :-)))