martedì, novembre 17, 2009

Prendi una donna, trattala male, lascia che ti aspetti per ore....

Sono sotto choc. Certo, direte voi, a quarant'anni si comincia a vedere tutto nero. Ma in realtà io sono sotto choc perché, durante la raccolta delle olive, il ventitreenne ormonale palestrato si è lasciato andare a confidenze oltremodo inquietanti per la vita ormai monastica che conduco da alcuni anni. Lui sostiene che moltissime ragazze universitarie per arrotondare - diciamo così - il loro bilancio, concedono i loro corpi a pagamento agli ormonali studenti riccastri, che vedono nel sesso a pagamento (con studentesse prostitute o trans, a loro piacimento, e con il complemento di droga e alcol) la soluzione (finale) ai problemi della coppia. Grossomodo le cose stanno così: sai quanti soldi ti costerà una donna solo se la paghi per avere rapporti con lei. Altrimenti son legnate. Come se non bastasse, mi ha chiesto se avevo qualche amica quarantenne che volesse pagare per avere rapporti sessuali con lui. Questa è la filosofia degli anni duemila, signori e signore! Mica come noi che ci innamoravamo di uno sguardo che magari non era nemmeno diretto a noi. Noi che siamo cresciute con l'idea del principe azzurro che ci avrebbe preso tra le sue braccia, noi che in cinque giorni abbiamo deciso di rivoluzionare la nostra vita per amore, noi che ricordiamo tutti i dettagli delle nostre storie importanti, che li serbiamo nel nostro cuore e che non ci sogneremmo mai di andare a spifferarli ad un semisconosciuto mentre incidentalmente ci troviamo sotto lo stesso ulivo, noi che ci hanno insegnato a rispettare il nostro corpo, noi che ci siamo sballate finché è stato il tempo e poi abbiamo messo la testa a posto, noi che sappiamo darci un limite, noi che conosciamo il valore dei soldi e sappiamo che non è facile averne e se è facile c'è il trucco, noi che siamo donne con le palle dove glieli mettiamo i soldi a quelli così?

15 commenti:

livia ha detto...

Cara mia sono reduce da una causa in cui il marito (ultra sessantenne) vive con moglie (ultrasessantenne) ed amante (quarantenne) sotto lo stesso tetto, con accordo, peraltro, della stessa. Ad un certo punto questa si risente (dopo aver acconsentito per anni a questo menage)e fa causa al marito per veder cessare questo "schifo" e il Giudice che fa? Dà ragione al marito e dice che siccome ti è andata bene per tutti questi anni...beh...continua a fartelo andare bene!!! Quindi il marito continua a far sesso con l'amante sotto il tetto e sotto gli occhi della moglie "ripensatrice".
Morale: mica solo i giovani hanno un concetto di amore sgangherato! Anche i vecchietti mica scherzano!!

Anonimo ha detto...

stai pensando il tradimento? no...dico...visto che le quarantenni sono cosi ricercate tra i giovani. Nenelinda.

giuliana ha detto...

bella mia, la cosa più triste è che quest'idea appartiene alla nostra generazione, che gliel'ha messa in testa ai ventenni, mica se la sono sognata loro.
qualcosa non ha funzionato, è evidente. mettersi in discussione dopo 5 giorni? ma stiamo scherzando: forse chi ci si è scottato ha insegnato ai figli a non fare la stessa cosa. e così via, non so se mi spiego.
con le palle? mah, chissà
(ecco, stasera sono presa male, sui massimi sistemi)

Maurice ha detto...

Volevo scrivere due parole di commento e ne stava uscendo un post. Quindi lo farò direttamente sul mio.
Ciao.

Baol ha detto...

Sono completamente d'accordo con te!


Però se le amiche sono più di una, chiama


:D

Lunga ha detto...

la cosa triste è che non si rendono conto di quanto sia squallido quello che fanno, anzi...

Annachiara ha detto...

@ livia: come al solito un caso limite, il tuo!

@ nenelinda: ma per carità. Io al tradimento non ci penserei. Lo eserciterei direttamente!

@ giuliana: diciamo che la colpa semmai è della generazione leggermente prima della nostra, i genitori di quei ventenni, insomma...

@ maurice: mo' ti vengo a leggere!

@ baol: ecco, vedi? sotto sotto l'idea al maschio non dispiace...

@ lunga: no, anzi, è un motivo di vanto!

nadiaflavio ha detto...

Curioso elemento il raccoglitore di olive Gigolo'....

Gallinavecchia ha detto...

Che vita squallida, mi fanno una gran pena :(

(e da madre di una che tra qualche anno si affaccerà sull'adolescenza ovviamente ne sono terrorizzata)

Tonks ha detto...

Molto triste già per il solo fatto che fosse un palestrato...

copyman ha detto...

Vorrei pensare che il palestrato avesse mangiato qualche oliva lisergica prima di lasciarsi andare a vanterie, ma temo che la realtà si avvicini molto ai suoi sproloqui.
Sul posto dove riporre i soldi guadagnati con le "prestazioni" avrei qualche idea...capisciammè.

Annachiara ha detto...

@ nadiaflavio: dal vivo è anche un bel ragazzo, eh, non si può negare!

@ gallinavecchia: ciao bella! che piacere...mi sa però che questi son problemi che derivano un po' anche dall'indole, dall'educazione e da fattori ambientali che genitori sani in zuccaq riescono a controllare...

@ tonks: immagina fare le olive con uno che ti dice in continuazione: annachià, guarda che addominali!

@ copyman: la realtà non è, infatti, dissimile di molto...

MyP ha detto...

Cercare persone di oggi con dei valori in mezzo ad una massa di persone è come cercare un ago in un pagliaio, purtroppo.
Un abbraccio
MyP

Tonks ha detto...

Ah ah ah ah!
Mi ricorda quando anni fa, in piscina, un ragazzo mi chiese: "Dimmi la verità... è un pò che faccio palestra, secondo te sono migliorato? I pettorali mi sono cresciuti un pochino? Che ne pensi, si vede la differenza?".

Archimede ha detto...

succede questo e tanto altro